Il presepe multietnico

A cura di Anna Ruggiero

Negli anni '90 ci furono numerosi sbarchi di albanesi sulle coste pugliesi. Molti furono accolti dalla comunit� nocese e pian piano si inserirono negli ambienti lavorativi ed educativi. 

Nel 1999 presso l'associazione Fant�sia onlus conoscemmo la prima famiglia albanese composta da padre, madre e tre figli (a cui se ne aggiunse successivamente un quarto). I figli iniziarono a partecipare ai progetti dell'associazione. Quello fu il mio primo approccio con una cultura e religione differenti. Erano di origine musulmana, eppure non notai alcuna differenza nel modo in cui la mamma, in particolare, si prendeva cura e seguiva i propri figli. Ricordo il grande rispetto e il grande spirito di condivisione con cui partecipavano alla preparazione del Santo Natale presso Fant�sia. 

Negli anni successivi abbiamo accolto altre culture: Brasiliani, Giorgiani, Rumeni e spesso mi sono chiesta se fosse giusto celebrare il Natale e le altre festivit� cattoliche. Con l'esperienza ho compreso che nessuno deve svendere il proprio credo per venire incontro alle altre religioni. 

La vera multiculturalit� sta nel trovare le basi comuni, un punto di incontro tra le varie religioni. E come ha affermato recentemente Papa Francesco: Dio � il Signore di tutti i popoli e non solo dei cristiani!

Quest'anno quindi abbiamo deciso di preparare un presepe multietnico e multireligioso, nel quale ognuno di loro potr� inserire un simbolo della propria fede, in modo che nessuno di loro si senta escluso. Noi ci stiamo preparando con i bambini a vivere un Natale all'insegna dell'unit�, concordia e pace. E auguro anche a tutti voi di vivere un sereno Natale, carico di speranza.

Spiritualità, news, eventi
Il mondo Laici Missionari
+
Madre Teresa di Calcutta

Poesie, filmati, notizie

+
Lucio Dalla testimonial dell'Associazione Laici Missionari

Un video e un'adozione a distanza dal grande artista italiano